COME VENDERE ONLINE: GLI STRUMENTI PER ECOMMERCE

E-commerce
giovedì, 18 Maggio 2017 776 Views 0 Comments
COME VENDERE ONLINE: GLI STRUMENTI PER ECOMMERCE

È proprio vero: l’ecommerce ha cambiato e sta cambiando lo shopping tradizionale.

Questo fenomeno è già ben visibile oltre oceano, dove la vendita online sta contribuendo in modo significativo alla crisi del retail tradizionale. Entro la fine della primavera è prevista la chiusura di migliaia di attività tra store, punti vendita e megastore. Nessuno, nemmeno i brand più conosciuti, sembra escluso da questa tendenza.

Abercrombie & Fitch e Guess, Macy’s, JC Penny, The Limited, American Apparel e Wet Seal…tutti questi elencati, nessuno escluso, chiuderanno decine di punti vendita.
Chi più, chi meno, tutti stanno tagliando il numero di impiegati, chiudendo punti vendita, riorganizzando i punti fisici, rendendoli più moderni e al passo con i tempi, ma soprattutto: tutti stanno pensando o hanno già pensato all’ecommerce.

Da quando è stato introdotto, l’ecommerce continua la sua inarrestabile diffusione anno dopo anno. Dall’inizio della grande crisi del 2008, la crescita dell’ecommerce non ha conosciuto sosta, tanto da diventare a doppia cifra pressoché in ogni mercato globale. Viceversa, come accennato poco fa, il tradizionale mercato ‘offline’ ha iniziato un percorso di decrescita inesorabile.

I numeri parlano chiaro, tutte le aziende che hanno abbracciato l’idea del carrello elettronico, hanno avuto come riscontro medio, un aumento del 0.8%, comprese le attività italiane che, troppo spesso, risultano essere il fanalino di coda nel settore ecommerce europeo.

Da dove iniziare per poter aprire un ecommerce?

Disporre di un software per la vendita elettronica oggi è semplicissimo, ne esistono una moltitudine, ma è bene saper individuare il prodotto più adatto alle tue esigenze.

Possono essere raggruppati in tre macro gruppi: software proprietario, software open-source e software as a service.

IL SOFTWARE PROPRIETARIO

La prima tipologia consiste in uno strumento creato “da zero”, ovvero per il quale si commissiona il lavoro a un developer, uno sviluppatore informatico, per creare il software da zero. Piattaforme di questo tipo hanno un trend negativo in fattore di adozione per via dei costi di realizzazione e mantenimento (oltre alla complessità di realizzare tutte le funzioni necessarie). Il terreno perso dal Software Proprietario è stato invece acquisito, dalle piattaforme open source.

GLI OPEN SOURCE

Gli OPEN SOURCE, il più famoso e conosciuto è Magento, permettono di avere i sorgenti del software in modalità gratuita. Generalmente, sono gestiti de agenzie che li supportano e sviluppano prodotti dedicati allo shopping online seguendo le specifiche richieste del cliente. Solitamente, il costo di un progetto realizzato con gli open source da dei professionisti può partire da alcune decine di migliaia di euro in sù, ma sicuramente il risultato finale vedrà un impegno economico inferiore al mondo del software proprietario.

SOFTWARE AS A SERVICE

La nuova tendenza, che si sta affermando anche nel nostro paese, consiste nel mondo del cloud e dei SOFTWARE AS A SERVICE, ovvero software pronti all’uso dove, a fronte di un abbonamento, si può disporre di tutto ciò che serve per cominciare a vendere autonomamente in maniera efficace. Tipicamente l’utilizzo di questo strumento comincia con una account basic, per il quale poi è possibile aumentare la tipologia di abbonamento al crescere della propria attività e delle proprie esigenze. Anche in questo caso ci si può sempre appoggiare a delle agenzie specializzate sul territorio che possano aiutare e seguire i clienti, ma a costi sicuramente molto più contenuti.
Tante sono le soluzioni affermate, per lo più americane e in lingua inglese come ad esempio Shopify e Volusion, ma anche nel nostro paese si trovano strumenti validi: ad oggi, lo strumento italiano che sta più facendo parlare di sè per facilità e qualità è sicuramente Storeden, che può competere per funzionalità e completezza con gli altisonanti nomi internazionali.

Il mondo dei servizi cloud è adatto a tutti e permette di affacciarsi alla vendita online, senza dover fare investimenti economici importanti, consentendo così di utilizzare parte del budget stanziato in marketing online, principale motore nel commercio elettronico.

Progetti e-commerce su misura

Va specificato ancora che: progetti particolari ed altamente specializzati trovano necessariamente origine nel mondo del software proprietario, proprio perché viene eseguito un lavoro sartoriale sul prodotto, per crearlo ad immagine e somiglianza della propria idea. Sono sicuramente risultati validi, ma è bene tenere in considerazione che la maggior parte degli utenti esegue un acquisto di impulso, e quindi cerca la facilità e velocità per poter riempire il proprio carrello online, quindi attenzione a creare processi troppo elaborati e/o strutturati.

L’importante è rimanere sempre aggiornati

La tecnologia ha un percorso di evoluzione continua e stare al passo con questi cambiamenti è la chiave vincente per poter crescere giorno per giorno nel mondo degli affari online. Per questo, affidare le proprie vendite alle soluzione cloud permette inoltre di non doversi preoccupare di queste evoluzioni, in quanto le piattaforme Saas sono in costante aggiornamento.

Comments are closed.

UA-42481753-18
MENÙ