Bando P.O.R. 1.1.1 2017 – La Regione Veneto finanzia le imprese che innovano

Agevolazioni fiscali
giovedì, 12 Ottobre 2017 764 Views 0 Comments
Bando P.O.R. 1.1.1 2017 – La Regione Veneto finanzia le imprese che innovano

Il Piano Operativo Regionale è lo strumento attraverso cui la Regione Veneto si inserisce nel progetto di finanziamento messo a disposizione dall’Unione Europea con l’obiettivo di stimolare la crescita economica del tessuto produttivo attraverso la ricerca, l’innovazione, le politiche energetiche e la tutela dell’ambiente.

Il POR mira, pertanto, a dare forma a uno sviluppo sostenibile delle imprese della Regione Veneto, e non solo. Il piano è in corso di sviluppo dal 2014, sarà in attuazione fino al 2020 e sfrutta gli oltre 600 milioni di euro messi a disposizione dall’Unione Europea. Il POR FESR 2014-2020 del Veneto è stato approvato con decisione della Commissione Europea il 17 Agosto 2015.

Il cronoprogramma del POR si sviluppa attorno a 6 assi che stanno trovando attuazione attraverso bandi specifici:

  • Asse 1: Ricerca e Innovazione
  • Asse 2: Agenda Digitale
  • Asse 3: Competitività dei Sistemi Produttivi
  • Asse 4: Sostenibilità Energetica e Qualità Ambientale
  • Asse: 5: Rischio Sismico e Idraulico
  • Asse 6: Sviluppo Urbano Sostenibile

Proprio in questi giorni, infatti, la Regione Veneto sta completando il bando, facente parte dell’Asse 1, relativo al “Sostegno a progetti di ricerca alle imprese che prevedono l’impiego di ricercatori (dottori di ricerca e laureati magistrali con profili tecnico scientifici) presso le imprese stesse”.

Quali sono gli obiettivi del bando?

Grazie al Bando P.O.R. 1.1.1.2017, la Regione Veneto si pone l’obiettivo specifico di incrementare l’attività di innovazione dell’imprese del suo territorio. Nel dettaglio, vengono concessi contributi in conto capitale che le imprese possono utilizzare per sviluppare l’attività di ricerca mirata e specializzata e l’innovazione tramite l’impiego di ricercatori assunti direttamente dall’impresa, senza sostituire altro personale già impiegato dall’impresa stessa.

Chi sono i soggetti beneficiari?

Il Bando P.O.R. 1.1.1.2017 coinvolge principalmente le PMI, micro, piccole e medie imprese del territorio regionale. I progetti presentati devono risultare coerenti con i seguenti quattro ambiti di specializzazione: Smart Agrifood, Sustainable Living, Smart Manufacturing e Creative Industries. Il POR prevede, inoltre, un paniere ben specifico di tecnologie abilitanti alla richiesta del bando: micro e nano elettronica, materiali avanzati, biotecnologie industriali, fotonica, nanotecnologie e sistemi avanzati di produzione. L’impiego dei ricercatori da parte delle imprese deve essere effettuato nello svolgimento di una delle seguenti tipologie progettuali:

  1. Ricerca industriale
  2. Sviluppo sperimentale
  3. Innovazione di processo e/o innovazione dell’organizzazione.

Nel dettaglio le PMI devono essere in possesso dei seguenti requisiti specifici:

  1. Essere regolarmente costituite, iscritte nel registro delle imprese e attive presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio
  2. Avere un’unità operativa attiva in Veneto nella quale realizzare l’iniziativa
  3. Presentare una situazione di regolarità contributiva previdenziale e assistenziale
  4. Non presentare le caratteristiche di impresa in difficoltà così come definite dall’articolo 2, punto 18, del Regolamento (UE) n. 651 del 17 giugno 2014
  5. Non essere in stato di liquidazione o di fallimento e non sono soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale).

 

A quanto ammonta il contributo previsto dal bando?

Il Bando P.O.R. 1.1.1.2017 prevede un finanziamento sotto forma di contributo in conto capitale concesso a fronte di un progetto che prevede una spesa ammissibile compresa tra euro 20.000,00 ed euro 200.000,00, mentre l’intensità del sostegno varia in relazione alla tipologia di attività progettuale ed è compresa tra il 35% ed il 70%.

Quali sono le spese ammissibili?

Ai fini del Bando sono considerati ricercatori il personale in possesso di un dottorato di ricerca conseguito presso una Università italiana o estera o in possesso di Laurea Magistrale in discipline in ambito tecnico o scientifico purché impiegato in attività di ricerca e sviluppo o innovazione.

Nel dettaglio le spese ammissibili sono quelle relative a:

  • Personale di ricerca
  • Personale dipendente
  • Strumenti e attrezzature
  • Conoscenza e brevetti
  • Consulenze specialistiche e servizi esterni
  • Spese per la realizzazione di un prototipo
  • Spese generali

Il Bando P.O.R. 1.1.1.2017 rappresenta una buona opportunità per le imprese venete che desiderano investire nel proprio futuro. Questo stimolo ha un valore particolarmente importante soprattutto se si analizza il livello di innovazione del nostro paese rispetto al resto dell’UE. L’Italia, infatti, è sempre più indietro in Europa sul fronte dell’ innovazione e la sua posizione è ulteriormente peggiorata passando in un anno da 17esima a 19esima. Speriamo che questo bando rappresenti un bel volano per il progresso, a livello ragionale e nazionale.

Comments are closed.

UA-42481753-18
MENÙ